Il punto del Tirrenico sui Campionati di calcio e futsal

Finalmente alla conclusione dei vari campionati regolamentari ed anche delle fasi finali (play off e play out) facciamo il punto su calcio e futsal ad ogni latitudine e categoria di appartenenza.

Finalmente alla conclusione dei vari campionati regolamentari ed anche delle fasi finali (play off e play out) facciamo il punto delle compagini dell’hinterland ad ogni latitudine e categoria di appartenenza.

L’Igea in Serie D ma con nuovi assetti

La Nuova Igea Virtus protagonista assoluta del campionato di eccellenza vince a +4 dal Siracura e viene promossa in Serie D tra i semi professionisti nel quarto campionato nazionale interregionale. Ma neanche il tempo di smaltire l’euforia della vittoria che arrivano i primi nodi al pettine. E questa volta parliamo della società. Cronologicamente vediamo l’addio di Stefano Barresi l’uomo che con tanti sacrifici era riuscito nell’impresa promozione dopo 5 stagioni al timone. Non entriamo in merito e nei dettagli. Il comunicato resto noto dalla società vede la promozione di Benedetto Bottari a Direttore Generale e Pasquale Ferrara riconfemato all’Area Tecnica. Ma la notizia nella notizia arriva da Maurizio Dall’Oglio che lascia la fascia di capitano per vestire quella di Direttore Sportivo ed infine di neogenitore. Maurizio è sempre stato un uomo di valori in campo come nella vita, sempre disponibile con la nostra redazione. Per cui abbiamo l’obbligo di augurargli le migliori fortune.

Promozione e Prima Categoria

Quest’anno la Promozione non ha visto protagoniste cittadine, se non la Nuova Azzurra fenice che arriva penultima e pareggia 4-4 nei playout, retrocendendo in prima. Non si esclude l’ipotesi ripescaggio.

Ma in prima categoria segnaliamo l’impresa dell’Aquila Bafia che capolista a 61 punti seguita dalla Nuova Rinascita che si ferma a 59 vince il campionato. Si avvera il sogno dei ragazzi del Presidente Rao trascinati da un magistrale Mister Niko Caragliano, dal capitano Albajeto Mataj, dal mitico bomber Ciccio Alosi e dal fenomenale Lio Rotella.

Mentre l’altra compagine del longano, l’Orsa di Mister Peppe Salvo con un team molto giovane non entra nei playoff per un solo punto.

Adesso l’Aquila sogna il double, ovvero il doppio colpo, campionato e coppa.

Ad un passo dalla storia, quella che dalle parti di Bafia porta al double. La stagione dei biancorossi ha preso una piega positiva. Gli uomini di Caragliano annusano da vicino la possibilità di centrare una fantastica doppietta in un’annata redditizia e già di persé memorabile.

Il salto in Promozione conquistato percorrendo la via del campionato non ha saziato la fame di vittorie dell’Aquila, reduce dal blitz di Acireale valso la finale di Coppa Sicilia.

«E stata una stagione dispendiosa – fa notare il tecnico  – e adesso che abbiamo raggiunto l’ultimo atto della competizione regionale punteremo a portare a casa il trofeo».
Contro l’Aci e Galatea «una battaglia sportiva, loro erano all’ultima spiaggia, noi però nonostante il campionatovinto abbiamo onorato l’impegno anche perché ci tenevamo tantissimo ad arrivare in finale. Complimenti ai miei ragazzi – aggiunge Caragliano – che si sono meritati questo appuntamento».

I biancorossi in finale (27 e 28 maggio le date papabili, si attende di conoscere la sede che non sarà comunque Petrosino) se la vedranno contro i palermitani del San Giorgio Piana, terzi nel proprio girone di Prima Categoria ma automaticamente in Promozione dopo avereliminato il Monforte in semi-finale. È una finale e come tale non c’è una squadra favorita.
Per l’Aquila un cammino straordinario che ripaga dei tanti sacrifici fatti: «Abbiamo giocato tutte le gare della stagione – dice orgoglioso il tecnico -, ne manca solo una e vogliamo fare qualcosa che resti nella storia di questa societa».

Seconda Categoria

In seconda categoria vince il campionato la Nuova Peloro. La barcellonese Vivi Don Bosco retrocede ultima in classifica con 17 punti.
Mentre il Terme Vigliatore di Mister Grasso non riesce ad andare oltre lo 0-0 nella finale PlayOff col Real Rocchenere in quel di Roccalumera, squadra di casa che difatto viene premiata per il miglior posizionamento in classifica.

Terza Categoria

In terza categoria vediamo vincere il campionato alla formazione del Fondachelli. Mentre si aggiudica la finale playoff per il secondo slot promozione il Città di Oliveri che pareggia dopo un match sotto la pioggia con la formazione della  Mamertina.
L’unica formazione barcellonese presente è il Sant’Antonino realtà di scuola calcio francescana del presidente-allenatore storico, Nino Imbesi, che purtroppo arriva ultima in classifica con una rosa composta dai giovani del quartiere che crescono dai settori giovanili sino al lancio nella prima squadra, gettando le basi per un’ampia programmazione futura in cui si pensa di alzare l’asticella.

Futsal Calcio a 5

Ormai realtà consolidata nel mondo dello sport e affermato da oltre un decennio ci focalizziamo sulla realta del calcio a 5 come vero e proprio fenomeno a livello nazionale ed anche in Sicilia vantiamo diverse realtà nei massimi campionati. Questo il nostro riassunto del calcio a 5 in provincia di Messina con un focus sulle barcellonesi e sul futuro della prossima stagione.

Iniziamo dal campionato Serie C1 dove milita il Barcellona Futsal squadra guidata da mister Ricardo Tutilo che agguanta la salvezza all’ultima giornata contro PGS Domenico Savio al Palarescifina di Messina. La società barcellonese vanta la convocazione di Roberto Nania capitano e trascinatore della SiciliaU19 vincitrice del Torneo delle Regioni. Vero orgoglio del patron Dr Dario Iannelli.  Che si lascia a qualche indiscrezione per la società giallorossa, non esclude il possibile ripescaggio nel grande palcoscenico della Serie B.

“Vista e considerata la rimodulazione del regolamento degli stranieri dalla prossima stagione non escludiamo la domanda di ripescaggio nel campionato nazionale.”

Serie C2

Scendiamo di un gradino alla Serie C2 che vede la Vigor Itala promossa portata al vertice da Corrado Martelli poi esonerato nei sabati successivi. La Vivi Don Bosco vince i playoff e guadagna il secondo slot promozione, vincendo prima contro Librizzi grazie a una splendida doppietta di Emanuele Barbaro per poi gicare una filanissima da cardiopalma al Palasport di Santa Lucia del Mela vinta in finale col Melas col risultato di 5-6 grazie alle rete di Carmelo Gitto, la doppietta di Maurizio Dall’Oglio e di Seby Conti e la firma finale l’ha messa sempre Emanuele Barbaro.

Per i playout di Serie C2 Gir. B dobbiamo aspettare il comunicato della federazione sulle sorti della società Rosmarino che potrebbe essere decretata ultima in classifica. Dunque l’Atletico barcellona che dopo l’esonero di Mister Bartuccio per ora è terz’ultima con in panchina Mister Antonello Campo potrebbe non disputare le fasi a eliminazioni che vedrebbero ordunque la Zaccagnini e l’attuale ultima Orsa per il match di retrocessione in Serie d.

La Serie D girone Unico Barcellona P.G.

Protagonista indiscussa del Campionato di Serie D è la Meriense del Presidente Nicola Cicciari vincitrice sia del Campionato con 66 punti, che della Coppa Trinacria grazie alla maestria di Sebastiano Spinella alla Guida Tecnica. Al 2° posto in classifica con 59 punti il Comprensorio di Tindari seguito a 58 dal Basicò e dalla Borgatese del Presidente Dr. Paolo Genovese resta invece  la Junior Sport Lab a 40 punti.

Al sesto posto l’Academy Barcellona che dopo l’addio di  Mister Sebastiano Giunta che aveva portato la squadra a metà classifica e conquistato la qualificazione in Finale di Coppa con una giornata d’anticipo, sussegue Salvo Presti che viene sconfitto in finale di coppa e resta fuori dai playoff con 35 punti.

Seguono immediatamente a 34 il Sant’Agata, all’ottavo posto per il Furnari Portorosa, al nono posto la Nuova Azzurra Fenice, al decimo Raccuja ultime tre Alcara, Nuova Igea e Oliveri.

Giunge alla Fase Finale Regionale di Coppa Trinacria, Sebastiano Spinella e la sua Meriense prossima alla semifinale contro il Vittoria gara di andata che doveva giocarsi al PalAlberti ma per motivi ligistici dovra essere spostata. Altra semifinale Pioppo Futsal – Arcobaleno Catania.

Auguriamo a tutte le compagini le migliori fortune per i prissimi campionati, sempre all’insegna della correttezza e della sportività che rendono unico questo sport e ci regalano ogni anno emozioni spettacolari.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo