La “Notte dei Musei” al Castello di Milazzo: un sabato di cultura

Presentata questa mattina in una conferenza la serata di sabato ala Castello di Milazzo sarà una kermesse culturale piena di eventi

E’ stata presentata questa mattina nel corso di una conferenza stampa tenutasi nella sala giunta del Municipio, “la Notte dei Musei”, manifestazione che si svolgerà sabato prossimo, dalle ore 19 alle 24, all’interno del Castello, coinvolgendo quattro siti: il Duomo antico, il Bastione di Santa Marina, il Monastero delle Benedettine ed il Mastio. Numerose le associazioni presenti e interessate all’iniziativa che si sono proposte con apprezzabile impegno, assicurando risultati in crescendo rispetto alla precedente edizione –come ha pronosticato il sindaco Pippo Midili-. “Previsioni – ha detto il primo cittadino nell’intervento d’apertura – che fanno seguito ai soddisfacenti dati delle presenze, quantificate in oltre 15 mila, che il Castello ha fatto registrare nel primo quadrimestre dell’anno, con presenza pure di numerose scuole siciliane”.

Per il sindaco, il Castello, aperto a tutte le iniziative culturali, rappresenta un punto fisso per la cultura e si appresta a segnare, con la Notte dei Musei, l’inizio della stagione estiva che quest’anno potrà contare pure sulla presenza di un teatro.

Per il presidente di Tonosolemare, Mimmo Sapienza, che con Mario Sfameni ha lavorato pure nell’organizzazione della manifestazione, positivo è stato il sostegno delle istituzioni e i risultai conseguiti e da conseguire sono frutto di un lavoro svolto in rete con tante associazioni cittadine. A suo avviso, Milazzo deve puntare su un turismo specializzato con il contributo di ognuno per la parte che gli compete.

Sfameni da parte sua ha evidenziato come l’aggregazione in rete porta a un cambiamento dell’esistente, accennando all’investimento per l’Ecomuseo da parte di tutti, con le offerte che offrirà alla gente raccontando cosa e come si può fare in Città. Vogliamo con l’Ecomuseo essere strumento di collaborazione” –ha aggiunto Sfameni- e ha anticipato una pre-app che farà capire come visitare il Castello.

Il presidente dell’Area marina protetta “Capo Milazzo”, Giovanni Mangano ha riferito dell’attività che si intende sviluppare per valorizzare il territorio soffermandosi in particolare sulla “Piscina di Venere” dove per l’accesso – ha detto – “sarà previsto un contributo volontario, mentre con un apposito mezzo sarà permessa la visita alla piscina ai disabili”.

L’assessore Antonio Nicosia si è soffermato sugli aspetti tecnici della manifestazione, che costituisce motivo di soddisfazione ed orgoglio, ed ha annunciato pure l’inserimento dell’Ecomuseo nel turismo sostenibile. Quale delegato all’Ecomuseo, l’assessore Nicosia ha considerato gettate le basi per un futuro più incisivo di promozione turistica per la Città di Milazzo, con il coinvolgimento di tantissimi soggetti presenti e operanti sul territorio. Per la buona riuscita degli eventi sono necessari sinergie e collaborazioni, ad avviso dell’assessore Lucia Scolaro, che ha apprezzato l’azione svolta da Nicosia e Sfameni, anticipando che sta lavorando, con un’iniziativa che coinvolgerà anche le scuole, all’organizzazione della “Notte bianca”.

In chiusura reso noto il programma delle attività che ciascuna associazione promuoverà sabato sera e l’annuncio che dalle 19 alle 24 sarà possibile fare una visita guidata della cittadella fortificata, offerta gratuitamente una visita guidata del castello grazie all’ Associazione Guide Turistiche Eolie Messina e Taormina.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo