“La Sicilia di Salvo Curro’” in mostra in Giappone

Dal 28 agosto fino al 2 settembre verranno esposti, presso la Galleria Yao di Osaka in Giappone, 20 opere in acquerello dell'artista siciliano Salvo Currò.

salvocurrò_mostra giappone

Periodo intenso per Salvo Curro’, artista siciliano, che con una mostra personale a fini benefici , dal 28 agosto 2020 e fino al 2 settembre 2020 esporra’ 20 opere in acquerello, frutto del dialogo e scambio proficuo con artisti di tutto il mondo nel periodo post Covid –19 , presso la Galleria Yao di Osaka in Giappone.

Un ipotetico tour di un viaggiatore che con la tecnica dell’urban sketch, fa conoscere ed apprezzare, oltre a cultura e tradizioni siciliane (con i Paladini in particolare), anche le bellezze e scorci dell’isola, soffermandosi in particolare sulla “sua“ Milazzo. La mostra fara’ parte del progetto “2020 World Artists Charity Exbition” con artisti che provenienti dagli USA, dalla Cina, dalla Spagna e dallo stesso Giappone , si alterneranno settimanalmente fino al 31 dicembre 2020.

Il collegamento per la mostra con Salvo Curro’, unico Italiano, non e’ certo casuale all’invito giapponese e nasce dall’impegno con progetti legati alla solidarieta’ che da anni vengono realizzati dall’artista . Fondamentale e’ l’apprezzamento per il suo progetto benefico “IL PALADINO NEL MONDO”, quel simbolo disegnato in acquerello e donato a centinaia di viaggiatori in cambio di foto , di un “ selfie” fra il paladino e i luoghi visitati . Questo progetto, divenuto poi virale sui social e conosciuto anche in terra d’Oriente, diventa l’unione fra Sicilia e Giappone .

Un semplice disegno di “Paladino” fotografato dalla Yao Gallery (oggi organizzatrice dell’evento) nella citta’ di Osaka il 28 agosto 2018 , rimasto nel cuore alla stessa galleria che , esattamente dopo 2 anni (28 agosto 2020) gli rende omaggio con una mostra personale. Con questa esibizione in Giappone l’artista si ripropone nuovamente oltre i confini Italiani, con i colori forti ed intensi della “Sua” Sicilia ,dopo le mostre personali realizzate nel 2015 a Bruxelles (palazzo della Commissione Europea ) e negli USA nel 2017 .


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo